Dal 1° luglio nuovo regolamento CPR e nuova marcatura CE per i Cavi Elettrici

OPEN DAY MYA ENERGIA 27/28 MAGGIO 2017
27 maggio 2017
BONUS al 50% per tutto il 2017 per videosorveglianza e sistemi d’allarme
13 luglio 2017

La Commissione Europea ha deciso di considerare una nuova normativa e nuovi obblighi per la costruzione e l’utilizzo dei Cavi Elettrici.

Il nuovo regolamento è stato stilato prendendo in considerazione la Reazione e la Resistenza al Fuoco dei cavi, riconoscendo l’importanza del loro comportamento ed il loro ruolo in caso di incendio.
Anche il rilascio di sostanze nocive è tra le prestazioni ritenute rilevanti per i cavi, anche se non sono stati stabiliti livelli minimi prestazionali in quanto i cavi nel loro normale utilizzo non rilasciano sostanze nocive.

I cavi elettrici sono raramente la causa di un incendio, ma quando vi sono coinvolti possono costituire un elemento di grave pericolo in ragione della loro elevata quantità e della loro diffusione in tutti gli ambienti dell’edificio.
Ecco perchè l’UE ha deciso di inserire la norma EN 50575, nell’elenco delle norme armonizzate per il Regolamento CPR 305/2011, al fine ultimo di erigere un attenta prevenzione, realizzando impianti elettrici a regola d’arte con componenti sicuri e di qualità. In caso di incendio la propagazione del fuoco, l’oscuramento degli ambienti invasi dal fumo e la diffusione di gas corrosivi e tossici si potrebbero ridurre o eliminare quasi totalmente.

Il CPR riguarda tutti i prodotti fabbricati per essere installati in modo permanente negli edifici e nelle altre opere di ingegneria civile (esempi: abitazioni, edifici industriali e commerciali, uffici, ospedali, scuole, metropolitane,ecc.), e vengono considerati tutti i cavi installati permanentemente nelle costruzioni, siano essi per il trasporto di energia o di trasmissione dati, di qualsiasi livello di tensione e con conduttori metallici o fibra ottica.

I Criteri di classificazione:
I cavi sono classificati in 7 classi di Reazione al Fuoco Aca, B1ca, B2ca, Cca, Dca, Eca, Fca identificate dal pedice “ca” (cable) in funzione delle loro prestazioni decrescenti.
Parametri aggiuntivi:
• a = acidità che definisce la pericolosità dei fumi per le persone e la corrosività per le cose. Varia da a1 a a3
• s = opacità dei fumi. Varia da s1 a s3
• d = gocciolamento di particelle incandescenti che possono propagare l’incendio. Varia da d0 a d2.

L’appartenenza ad una determinata classe e la costanza delle prestazioni, dovranno essere controllate e certificate da Organismi Notificati (i cosiddetti Notified Bodies) indipendenti.marchio ce regolamento cpr cavi eletrrici frascella

Al rilascio da parte dell’Organismo Notificato del certificato di Costanza delle Prestazioni – o il rapporto di prova per le classi inferiori – il fabbricante è in grado di redigere la propria “Dichiarazione di Prestazione” (DoP) ed è in possesso dei requisiti per poter porre la marcatura CE al prodotto da costruzione assumendosi la responsabilità della conformità del prodotto a quanto dichiarato.
La marcatura CE per il Regolamento CPR (art. 9) deve essere sempre posta accanto alle indicazioni previste dal Regolamento stesso.

TEMPISTICHE:
Il CPR è in vigore per tutti gli Stati dell’UE dal 1° Luglio 2013, nella Comunicazione della Commissione 2016/C 209/03 del 10 Giugno 2016, le tempistiche sono: Data di entrata in vigore della norma in quanto norma armonizzata: 10.6.2016. Data di scadenza del periodo di coesistenza: 1.7.2017.

 

 

Norma CEI UNEL 35016
Il Comitato Elettrotecnico Italiano ha emesso, in data 1° settembre 2016, la Norma CEI UNEL 35016 che fissa, sulla base delle prescrizioni normative installative CENELEC e CEI, le quattro classi di reazione al fuoco per i cavi elettrici in relazione al Regolamento Prodotti da Costruzione (UE 305/2011), che consentono di rispettare le prescrizioni installative nell’attuale versione della Norma CEI 64-8.

Schermata 2017-07-13 alle 11.05.30


La suddetta Norma CEI UNEL si applica a tutti i cavi elettrici per installazioni permanenti negli edifici e nelle altre opere di ingegneria civile (esempi: abitazioni, edifici industriali e commerciali, uffici, ospedali, scuole, metropolitane, ecc.) ed ha lo scopo di supportare progettisti ed utilizzatori nella scelta del cavo adatto per ogni tipo di installazione.

Schermata 2017-07-12 alle 18.08.21

 

 

Se vuoi informazioni complete clicca qui e scarica il pdf di AICE (Associazione italiana industrie cavi e conduttori elettrici)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *